Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Elezioni in provincia di Firenze, tutti i sindaci eletti. A Signa sospeso il risultato elettorale, Carabinieri in Comune

Sospeso il risultato elettorale a Signa, cittadina alle porte di Firenze dove nella tarda serata di ieri sono intervenuti anche i Carabinieri in piazza della Repubblica, dove ha sede il Comune, per gli animi un po’ accesi circa il riconteggio della schede di due sezioni, ora affidato all’ufficio provinciale elettorale.

Al momento, in base ai dati del Viminale pubblicati su Eligendo, con 15 sezioni scrutinate su 17 totali il sindaco uscente di Signa Giampiero Fossi, che corre per il centrosinistra, è in testa con 3.486 voti pari al 49,56% dei voti, seguito da Monia Catalano, civica sostenuta dal centrodestra, con 2.821 voti pari al 40,11%.

Signa a parte, sono poi 17 i Comuni toscani che per conoscere il loro sindaco andranno al ballottaggio il 23 e 24 giugno. Sono, in ordine alfabetico, Agliana, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Cecina, Colle Val d’Elsa, Collesalvetti, Cortona, Empoli, Figline Incisa, Firenze, Montecatini Terme, Piombino, Poggibonsi, Ponsacco, Pontedera, Rosignano Marittimo, San Miniato.

In totale in Toscana al voto per le amministrative sono andati 185 Comuni: in provincia di Firenze il centrosinistra ha ampiamente retto l’urto ad eco nazionale del Centrodestra, incapace quest’ultimo di sfondare ed attestatosi, generalmente, sotto il 20% dei voti. Ecco i sindaci in Provincia di Firenze e dove si terrà il ballottaggio: 

 

Bagno a Ripoli

Il nuovo sindaco di Bagno a Ripoli è Francesco Pignotti, sostenuto dal centrosinistra con il PD, che ha ottenuto il 54,31% delle preferenze. Evitato il ballottaggio, succede a Casini bis.

Barberino di Mugello

Sara Di Maio è la nuova sindaca sostenuta dal centrosinistra con il PD: 46,65% dei voti. Al 32,70% la lista “Ora!” di Paola Nardi, al 20,66% il centrodestra con Silvia Castellani. Sinistra confermata.

Barberino Tavarnelle

David Baroncelli, dopo esser stato il primo sindaco del Comune Unico è anche il secondo, data la riconferma: il centrosinistra sbanca con il 78,84% delle preferenze. Ferma al 21,26% la lista “Pro Barberino Tavarnelle” di Fabrizio Marilli.

Borgo San Lorenzo

Borgo San Lorenzo rappresenta un’eccezione nel panorama toscano: si va al ballottaggio con la prima forza rappresentata dal Movimento 5 Stelle e dal suo candidato Leonardo Romagnoli: 40,6%. La candidata del centro sinistra Cristina Becchi, con la presenza del Partito Democratico, ha raccolto 38,8%.  Fulvia Penni del centrodestra ha ottenuto il 20,60% delle preferenze e rappresenterà il possibile ago della bilancia per il ballottaggio: a chi andranno i suoi voti?

Calenzano

Ballottaggio anche a Calenzano. Il sindaco uscente  di centrosinistra Giuseppe Carovani ha ottenuto il 41,40 %; la candidata del PD  Maria Arena ha collezionato il 33,93%. Centrodestra con Daniele Baratti al 21,88%.

Capraia e Limite

Il nuovo sindaco di Capraia e Limite sarà Alessandro Giunti. per lui vittoria al primo turno con il 55,76% delle preferenze per la sua lista civica “Capraia e Limite nel futuro”. Al 24,34% la lista “Viviamo” di Guicciardo del Rosso, 19,90% per Emanuel Di Mauro del centrodestra.

Castelfiorentino

 Francesca Giannì, candidata di centrosinistra sostenuta anche dal PD, è stata eletta sindaca con il 61,53% dei voti. Al 24,44% il centrodestra di Giglioli Susi.

Cerreto Guidi

Simona Rossetti è la nuova sindaca di Cerreto Guidi. La candidata della coalizione di centrosinistra – PD e Italia Viva – ha ottenuto il 59,93% delle preferenze. Dietro si piazza il centrodestra con Simone Barontini al 24,06%. Sfiora il 10% il Partito Comunista con Susanna Rovai.

Certaldo

Centrosinistra vincente anche a Certaldo con il nuovo sindaco Giovanni Campatelli (PD e AVS): 51,20% per lui. Poi la lista di Pardo Cellini al 29,72% e il centrodestra di Lucia Masini con il 19,08%.

Dicomano

Massimiliano Amato è  il nuovo sindaco di Dicomano grazie al 53,92% raccolto con la sua lista “Centrosinistra uniti per Dicomano”. Laura Barlotti con la lista “Dicomano che verrà” al 30, 58% e Saverio Zeni del centrodestra al 15,50%.

Empoli

Alessio Mantellassi del Centrosinistra comprendete anche il PD ha raccolto il 49,6%: per pochissimo non ha evitato il ballottaggio. Secondo turno dove sfiderà nuovamente Leonardo Masi, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle: per lui una distanza difficilmente colmabile, al 19,27%.

Fiesole

Nuova sindaca donna a Fiesole: dopo Anna Ravoni ecco Cristina Scaletti con la sua lista “Immagina Fiesole” che ha ottenuto il 59,81% delle preferenze; segue Renzo Luchi – sostenuto dall’ex sindaca – della lista “Cittadini per Fiesole” al 23,04%  e Edoardo Canino del centrodestra con 17,16%.

Figline e Incisa Valdarno

Ballottaggio anche a Figline e Incisa Valdarno: Valerio Pianigiani (45,93%), centrosinistra con PD, AVS e M5S  contro Silvio Pittori (30,34%), centrodestra.

Firenzuola

Giampaolo Buti a Firenzuola è stato eletto nuovo sindaco. 50, 74% delle preferenze, sopravanzando di un soffio Giordano Filippo Allkurti (49,26%). Entrambi erano sostenuti da liste civiche.

Fucecchio

Emma Donini è la nuova sindaca di Fucecchio: 55,95% per la candidata del centrosinistra commposto da PD, Italia Viva, AVS, Azione. Il Centrodestra con Vittorio Picchianti al 40,84%.

Gambassi Terme

Nuovo sindaco Sergio Marzocchi della lista “Civica Gambassi Terme”: 52,12%. Segue  Samanta Setteducati di “Viviamo Gambassi Terme” che rimane al 47,88%.

Greve in Chianti

Paolo Sottani con la sua lista “Greve Casa Comune” è il nuovo sindaco di Greve in Chianti con il 57,21% delle preferenze ed è al terzo mandato. La neonata lista “Greve Immagina” di Filippo Pierini al 21,35% e la coalizione di centrodestra di Roberto Abate al 14,62%.

Lastra a Signa

A Lastra a Signa è Emanuele Caporaso il nuovo sindaco. Sostenuto dalla coalizione di centrosinistra (PD, Azione) ha ottenuto il 55,02% delle preferenze. Al 31,56% la coalizione di centrodestra a sostegno di Paolo Giovannini.

Londa

Tommaso Cuoretti già eletto nel 2019 e sostenuto dalla lista civica “Insieme per Londa”  è stato riconfermato con il 71,48%. Niccolò Palanti, sostenuto dalla lista “Londa del Futuro Democratici in Movimento”, al 28,52%.

Montaione

A Montaione Paolo Pomponi e la sua lista “Vivere Montaione” ha toccato l’80% dei voti. Damiana Bettini con la lista “Montaione Sì” e Vanessa Conti on coalizione con Forza Italia, rispettivamente al 16,15% e al 3,76%.

Montelupo Fiorentino

Il nuovo sindaco è Simone Londi sostenuto dalla lista civica con dentro il PD: un netto 64,21%. Segue Federico Pavese con la coalizione di centrodestra al 22,33%.

Montespertoli

 Alessio Mugnaini è il nuovo sindaco con la lista PD ed un 62,73% dei voti di coalizione. Luciana Morelli della lista “Montespertoli di tutti” guadagna il 37,27% delle preferenze.

Palazzuolo sul Senio

Eletto sindaco Marco Bottino, sostenuto da Pd e Italia Viva con la lista “Per Palazzuolo”: 58,12%. Il centrodestra “Palazzolo Rinasce” di Paola Calvani ferma al 41,88%.

Pelago

Nicola Povoleri – sostenuto da PD, Italia Viva, AVS, Azione – è stato riconfermato sindaco di Pelago con il 57,63% delle preferenze. Segue il centrodestra di Laura Manfulli – FdI, Lega e Forza Italia – con il 25,77% e la lista “Alternativa Comune” – con M5S –  di Francesco Maione al 16,60%.

Pontassieve

A Pontassieve a trionfare è Carlo Boni con il 67,33% delle preferenze. Il candidato del centrosinistra, sostenuto anche dal PD, ha cinto su Cecilia Cappelletti del centrodestra, ferma al 22,99%, e Simone Gori, sostenuto anche dal M5S, fermo al 9,62%.

Rufina

Il PD ha perso Rufina. E’ Daniele Venturi il nuovo sindaco con la sua lista di sinistra “Rufina che verrà”: 52,21% delle preferenze. Dietro di lui Vito Maida del centrosinistra col 36,44% – sostenuto da PD, Psi, Italia Viva, Azione – e Chiara Mazzei del centrodestra con l’11,35% dei voti.

San Casciano in Val di Pesa

Prevista ed ottenuta la schiacciante vittoria di Roberto Ciappi a San Casciano in Val di Pesa. La sua coalizione – PD, Italia Viva – ha ottenuto il 71,91% dei voti, tenendo ad ampia distanza la coalizione di destra di Benedetta Venezia (19,95%) e Jadi Marinai all’8,14% con Sinistra progetto comune.

San Godenzo

Vittoria  netta anche quella di Emanuele Piani a San Godenzo che ha conquistato il 71,25% delle preferenze con la sua lista “Progetto San Godenzo. Più grandi insieme”.

Scandicci

A Scandicci Claudia Sereni è la nuova sindaca che succede a Sandro Fallani, a capo della coalizione di centrosinistra. 55,81% dei voti. Segue Giovanni Bellosi, a capo della coalizione civica con Italia Viva ma fermo al 21.02% dei voti. Terzo il centrodestra di Claudio Gemelli, a circa il 20%.

Scarperia San Piero

Conferma anche a Scarperia San Piero, dove Federico Ignesti sarà sindaco per il terzo mandato consecutivo. Anche il candidato del centrosinistra tocca il 71,48%, seguito dal centrodestra con Emanuele Camilletti (15,01%) e dalla coalizione di sinistra con il Movimento 5 Stelle di Laura Fratini al 13,51%, due seggi.

Signa

Come già riportato a Signa ci sono stati problemi legati al riconteggio e le elezioni sono state sospese. Polemiche sulla validità di alcuni voti e riconteggio nelle sezioni 8 e 10. Dopo che anche il secondo scrutinio è stato oggetto di discussioni, i due seggi sono ancora da riconteggiare con la supervisione della Corte d’Appello. Al momento sarebbe in testa il sindaco uscente Giampiero Fossi (PD) col 49,5% rispetto al 40,11 di Monia Catalano del centrodestra.

Vaglia

Silvia Catani è la nuova sindaca con il 48,08% dei voti con la sua lista “Con Silvia per Vaglia”

Vicchio

È Andrea Tagliaferri il nuovo sindaco di Vicchio nel testa a testa con Filippo Carlà Campa. Tagliaferri, sostenuto anche da PD e M5S, ha raccolto il 51,56% dei voti contro al 48,44% di Vicchio Vive.

Vinci

Vittoria per Daniele Vanni del PD con il 67,78% che stacca la coalizione di centrodestra di Alessandro Scipioni (23,59%) e Giuseppe Pandolfi con “Insieme per Vinci” fermo all’8,63%.

Torna in alto