Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Daniele e Simone, amici e candidati consiglieri oltre il credo politico: “Destra o sinistra? Lo facciamo per il territorio!”

Candidati consiglieri in comuni diversi ma limitrofi, divisi dalle fazioni politiche ma unite dalla passione per il territorio

Daniele Ciliberti da una parte, Simone Scavullo dall’altra. Il primo candidato al consiglio comunale ripolese in una lista civica di sinistra, Bagno a Ripoli futura, a sostegno di Francesca Cellini; il secondo candidato al consiglio comunale di Firenze con il Centrodestra, nella lista di Forza Italia, a sostegno di Eike Schmidt. Insieme e non contro. Distanze ideologiche e politiche unite dalla necessità di impegnarsi attivamente per il territorio. Possibile? Si.

E allora ci piace raccontare questa storia che supera i pregiudizi, propria di una normalità che tale, ancora, non è: i due candidati consiglieri rappresentano, ancor prima delle loro “fazioni” politiche, il territorio del quartiere 3 ed in particolare l’area di confine che si sviluppa attorno a Sorgane, paese diviso tra le giurisdizioni ripolesi e fiorentine. La loro amicizia nasce proprio qui, attorno alla palestra Chok Dee Academy che propone corsi Muay Thai, MMA ma anche ginnastica dolce per età avanzate: entrambi ben conoscono l’importanza di una proposta sportiva che diventa presidio sociale, opportunità per gli anziani e capacità attrattiva per le fasce giovanili destinate altrimenti alla dispersione. 

Daniele, classe 1990 e Simone, classe 1980, vorrebbero rappresentare le loro città nei due consigli comunali, creando un legame tra i due enti che vada a vantaggio di politiche sociali, sportive, culturali pensate per i territori di confine, proprio com’è Sorgane. Oltre al tema degli animali, li accomuna anche l’operato sociale che, attraverso la loro palestra, stanno già effettuando con successo:

 “abbiamo lavorato con decisione sul quartiere intercettando molti adolescenti e proponendo loro un’attività pomeridiana che li stimoli e appassioni. “

Non solo. I due si sono già attivati per proporre corsi di formazione per l’utilizzo di defibrillatori e per riuscire a promuovere corsi socio-educativi:

“Vorremmo proporre corsi di difesa personale rivolti a bambini autistici e corsi di primo soccorso per non vedenti, con la collaborazione e l’esilio di associazioni specifiche come l’UICI (unione italiana ciechi e ipovedenti). Stiamo cercando anche un luogo più ampio per consentire di espandere corsi e utenza, dando la possibilità anche ai più anziani di poter avere uno spazio dedicato al loro benessere. La nostra collaborazione è finalizzata prettamente a migliorare il territorio e creare una rappresentanza politica comune che favorisca la promozione di progetti socialmente utili.”

Torna in alto