Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Bagno a Ripoli, c’è una nuova figura in Comune: è il “capo ufficio di gabinetto del Sindaco”

Il sindaco Pignotti introduce una nuova figura tecnica-amministrativa-politica, affidata al Segretario comunale del PD ripolese

C’è un’importante ultim’ora per quanto riguarda la squadra di governo che affiancherà il neosindaco Francesco Pignotti alla guida di Bagno a Ripoli per i prossimi cinque anni. Dopo la definizione della Giunta Comunale (LEGGI QUI) ecco un’ulteriore novità che coincide con una prima volta: il Segretario del Partito Democratico di Bagno a Ripoli Edoardo Ciprianetti è stato nominato Capo dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco.

Cosa rappresenta tale profilo, vien da chiedersi? Si tratta di un ruolo che avrà compiti di natura amministrativa e politica. Dal lato amministrativo Ciprianetti avrà la funzione di supportare e assistere il Sindaco e la Giunta e la Struttura Amministrativa tutta nello svolgimento delle loro funzioni. Inoltre, dal lato politico, sarà la persona di fiducia del Sindaco coinvolto nella presa delle decisioni, soprattutto quelle più importanti. In soldoni, non sarà alla stregua di un assessore relativamente a deleghe specifiche ma avrà responsabilità trasversali e supporto strategico e decisionale al Primo Cittadino.

“Ho accolto questa nomina con grande piacere e ovviamente ringrazio il Sindaco per la fiducia. Ho particolare entusiasmo e voglia di far bene”, ha detto Edoardo Ciprianetti in esclusiva ai nostri microfoni, che ha poi confermato che adesso si dimetterà dal ruolo di Segretario di Partito: “Posso confermare che mi dimetterò dalla segreteria di partito. Entro i primi di luglio convocheremo l’Assemblea Comunale in cui rassegnerò le mie dimissioni e a quel punto lavoreremo tutti insieme per trovare il futuro Segretario o la futura Segretaria, che ancora non è stata decisa”.

Torna in alto