Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Promozione- Il 5 maggio dell’Antella: la capolista perde il campionato all’ultima curva

 

La domenica più triste per l’Antella è proprio quella che coincide con l’ultima giornata. Assomigliava al 5 maggio 2002, questo ultimo turno di Promozione: biancocelesti primi, Rufina a -1, Lanciotto a -2. Tante squadre in pochissimi punti, la sensazione che tutto potesse ancora ribaltarsi. E così è successo. La squadra di Morandi non riesce a tenere il vantaggio maturato nel primo tempo e viene rimontata fino al 2-2 finale. Esulta l’Affrico, ma soprattutto la Rufina che vince il campionato all’ultimissima curva e sale in Eccellenza.

La gara del “Lapenta” è cruciale. Pubblico delle grandi occasioni, tensione alle stelle: nei biancocelesti di casa in campo Vecchi, Centrone e Di Gaudio per trovare punti validi in ottica playoff. Rientra Castellani dopo due mesi di infortunio. Negli ospiti confermatissima la squadra che ha battuto il Montelupo domenica scorsa: Samuele Manetti e Olivieri girano intorno a Santucci. Pronti-via e sugli sviluppi di due palle inattive ci sono subito occasioni per l’Antella: impattano Tacconi e Lanotte, la mira è imprecisa. L’Affrico fatica a ingranare, patisce l’approccio voglioso degli ospiti. E incassa lo svantaggio poco prima della mezzora: Santucci si fa trovare pronto in area e fulmina Virgili. Proteste locali per la posizione dell’attaccante antellese, ma è tutto regolare per il signor Burgassi di Firenze. Reagisce la squadra di Tognozzi: Centrone inventa una parabola “alla Recoba” da calcio d’angolo e il pallone si infrange contro il palo interno della porta di Vadi. Una fiammata che è preludio ad una ripresa incandescente.

 

Nel secondo tempo infatti i padroni di casa provano subito a ripartire forte. Vecchi spara a botta sicura, altro palo interno. Pare maledetta ora, ma l’episodio arriva: a venti minuti dalla fine Vecchi addomestica un bel cross da destra e trova la precisione ideale per beffare Vadi: 1-1. Esulta soprattutto la Rufina che col pari andrebbe in Eccellenza. La gara prende fuoco totalmente: l’Antella ora torna minacciosa, Tacconi sfonda in area e poi va giù dopo un contrasto. Il nutritissimo tifo antellese chiede il calcio di rigore: ma si prosegue. Merciai e Grattarola, sostituiti, dicono qualcosa di troppo al signor Burgassi: rosso diretto. L’Antella esplode di rabbia, l’Affrico ne approfitta e fa 2-1 all’82’: bravissimo Ghaderi a sfruttare un’azione da funambolo di Di Gaudio che salta pure Vadi col pallonetto e deve solo lasciare il compito di depositare in rete al compagno. Due a uno.






Gli ospiti non ci stanno: il campionato non può sfuggire così dalle mani. Squadra a trazione anteriore, un fallo in area in pieno recupero stavolta viene ravvisato dal signor Burgassi: penalty ospite. Dal dischetto Olivieri trasforma: 2-2 al 96′. Si gioca fino al 100′, il tifo antellese spera nell’episodio che potrebbe far venir giù il “Lapenta”: ma arriva solo una punizione mal sfruttata. Finisce 2-2 la domenica più amara della stagione di Morandi, protagonista di un campionato straordinario: l’Antella chiude a nervi tesissimi, volano parole di troppo negli spogliatoi, qualcosa che fa da antipasto preoccupante al playoff che andrà in scena sabato prossimo. Antella-Affrico, per l’appunto, seconda contro quinta. Per i biancocelesti di Tognozzi invece un punto di grinta e carattere che apre le porte della post-season: quando sono al completo, i ragazzi dell’Affrico possono mettere in difficoltà qualsiasi avversario.

IL TABELLINO

AFFRICO: Virgili, Liberati, Dolfi, Valoriani, Longo, Benvenuti, Mecocci, Castellani, Vecchi, Centrone, Di Gaudio. A disp.: Soccodato, Silli, Fantoni, Conversano, Boccalini, Tamburini, Pecorai, Iania, Ghaderi. All.: Tognozzi Luca

ANTELLA: Vadi, Cipriani, Grattarola, Lanotte, Raganati, Bartolini, Merciai, Tacconi, Manetti Samuele, Olivieri, Santucci. A disp.: Scro, Kortz, Chiti, Manetti Sacha, Picchi, Tamburini, Aiello, Bandini, Lepri. All.: Morandi

ARBITRO: Burgassi di Firenze, coad. da Meocci di Siena e De Matteis di Foggia.

RETI: 28′ Santucci, 72′ Vecchi, 82′ Ghaderi, 96′ rig. Olivieri.

NOTE: Espulsi Merciai e Grattarola all’80’.

Torna in alto