Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Bagno a Ripoli, il sindaco Pignotti presenta la nuova Giunta Comunale: ecco quando e alcune ipotesi

Domani, martedì 18 Giugno, Bagno a Ripoli conoscerà la composizione del suo nuovo governo che amministrerà il territorio ripolese fino al 2029, salvo cambiamenti in corso d’opera. A poco più di una settimana dal voto che ha premiato Francesco Pignotti, le idee chiare del nuovo sindaco e i rapporti di forza generati dal voto, ci sveleranno già la struttura della nuova giunta e relative deleghe che saranno assegnate. 

Alle ore 10.30, presso la sala consiliare “Falcone e Borsellino” in palazzo comunale (piazza della Vittoria 1, Bagno a Ripoli), avremmo conferme dei nei assessori che affiancheranno il Primo Cittadino Pignotti in questa nuova avventura politica. 

Alcune anticipazioni? 
Proviamo, anche se l’attesa è minima per avere le conferme che la popolazione cerca: guardiamo un pò alle preferenze raccolte dai candidati consiglieri, alle figure che hanno supportato la campagna elettorale di Pignotti e alle esperienze pregresse. 

Ipotizziamo deleghe e assessorato per Corso Petruzzi, forte dei 300 voti raccolti e rappresentante in Giunta di Italia Viva – Bagno a Ripoli al centro; ci giochiamo un eurino su Francesco Conti, per dieci anni Presidente del Consiglio Comunale e adesso in pole position per un ruolo di maggior spicco (Vicesindaco?); prevediamo, poi, in quota rosa, la figura di Sandra Baragli, anch’ella con esperienza solida come consigliera comunale. Per ora ci fermiamo qui…ma attenti a Laura Franchini, Paola Nocentini e Leonardo Bongi, già consiglieri comunali e quest’ultimo con le preferenze più alte nel PD. Paolo Frezzi, vicesindaco dell’ultima legislatura, potrebbe essere il secondo anello di continuità, dopo Pignotti, con il mandato precedente: in quanto assessore all’urbanistica e alle grandi opere, dato i cantieri aperti, avrebbe ancora molto da lavorare e concludere sul territorio. Tra poco più di 24 ore ne sapremmo (molto) di più. 

Torna in alto