Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

VIDEO / Allerta meteo, allagamenti e frane sul territorio: strade bloccate

Nuovo scroscio di pioggia e nuove immediate criticità sul nostro territorio collinare: frane che si riversano sulle carreggiate e allagamenti che trasformano strade in fiumi. 

E’ quello che vi raccontiamo attraverso le immagini e che è accaduto pochi minuti fa su alcune aree del nostro territorio: in particolare a Bagno a Ripoli dove Via Roma, nel tratto tra Osteria Nuova e San Donato in Collina, è stata inondata dalle acque fangose provenienti dai campi adiacenti. 

La Polizia Municipale è intervenuta per bloccare momentaneamente il traffico, la situazione è critica soprattutto all’altezza della località Taiano dove alcune abitazioni hanno visto entrare l’acqua in casa e nei garage. 

Strada completamente allagata anche Via del Bigallo e Apparita dove l’acqua ha totalmente invaso la carreggiata e le auto sono state costrette a transitare adagio su 30-40 centimetri d’acqua. La Polizia Municipale sta attualmente bloccando la viabilità per arrivare al Bigallo da Bagno a Ripoli. 

Criticità anche a San Polo in Chianti. 
Notizia in aggiornamento.

Aggiornamento: una nostra lettrice ci ha inviato le foto della propria abitazione allagata in zona Bigallo, l’acqua è entrata in casa dopo il crollo di un muro.

Le parole del Sindaco Francesco Casini: “Ci sono criticità su alcuni reticoli idraulici e problemi di smottamento con piccole frane che si sono venute a creare in via Roma località Taiano. Si riscontrano anche problemi di viabilità e si consiglia a chiunque debba raggiungere le frazioni del comune di Rignano di passare dalla Sp 34 via di Rosano. Problemi si registrano anche in alcuni tratti sulla Sp 56 via di Tizzano tra Capannuccia e Quarate. La situazione per fortuna con il cessare delle piogge si sta normalizzando e i danni restano limitati. Si consiglia comunque massima prudenza e attenzione”.







Torna in alto