Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Temi del momento

Tramvia, Sinistra Progetto Comune: “si stima l’abbattimento di 1.150 alberi”. La replica: “Ne pianteremo il doppio”

Di oggi, giovedì 21 dicembre, la notizia della firma del contratto che consentirà l’avvio del cantiere per la tramvia 3.2 Libertà-Bagno a Ripoli con inizio dei lavori a gennaio (clicca qui). Dopo l’ufficialità l’attenzione della politica fiorentina si è spostata sull’abbattimento e la piantumazione degli alberi, conseguenze del cantiere che impatterà l’area di Firenze Sud nei prossimi mesi. 

Quanti alberi saranno abbattuti e quanti ne verranno abbattuti?

Queste le dichiarazioni dei consiglieri comunali Dmitrij Palagi e Antonella Bundu di Sinistra Progetto Comune:

“Per le linee tramviarie Libertà-Bagno a Ripoli, Leopolda-Piagge e Piagge-Campi Bisenzio si prevede l’abbattimento di 1.150 alberi. I dati sono stati forniti dall’Assessore Giorgetti, che ringraziamo per aver fornito i numeri precisi, rispondendo a un’interrogazione depositata dopo una discussione avvenuta in aula.
Dal modo in cui ci è stato scritto ci è chiaro quale sia la linea difensiva della Giunta: saranno piantumate 2.600 nuove piante, quindi il bilancio sarebbe positivo, in termini numerici (+ 1.450).

Di definitivo e approvato dal Consiglio comunale c’è solo il progetto della Linea 3.2.1, quindi non ci sono cronoprogrammi dettagliati. Lo abbiamo detto più volte, parlare di realtà viventi come se fossero numeri non funziona. Anche nel caso degli alberi: hanno un loro ciclo e la stessa Amministrazione riconosce che il 10% delle nuove piantumazioni (indicativamente) non attecchisce.

C’è poi il rapporto del territorio con il verde urbano. I progetti della tramvia sono stati aggiornati alla luce della nuova consapevolezza ambientale, fortemente cresciuta nel recente passato? Non sarà il caso di capire quale è il reale impatto ambientale? Lo chiederemo all’Assessore all’Ambiente. Anche perché qui parliamo solo di quelle piante che già si sa che spariranno, a cui si potrebbero aggiungere le conseguenze di eventuali incidenti”. 

Questa la risposta del Comune di Firenze

“Nessuno vuole diluire niente. Se si considera un progetto, in questo caso quello delle linee tranviarie Libertà-Bagno a Ripoli e Leopolda-Campi Bisenzio, dobbiamo considerare tutti i numeri. In questo caso tra le alberature rimosse e quelle ripiantate il saldo è ampiamente positivo, anzi praticamente per una pianta tolta ne verranno ricollocate più di due”. È quanto dichiara l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti replicando ai consiglieri Dimitrij Palagi e Antonella Bundu.

“Vorrei precisare che le informazioni richieste sono disponibili in rete e che i numeri parlano chiaro: sulla linea per Bagno a Ripoli il saldo tra rimozioni e abbattimenti è di 823, per la linea per Campi Bisenzio 627. Inoltre – sottolinea ancora l’assessore Giorgetti –, c’è da considerare che in molti casi le piante interessate sono in là con l’età, in condizioni non sempre perfette e che non producono i benefici attesi. La sostituzione, quindi, avrà un beneficio perché rinnoverà il parco alberi senza dimenticare che, con il sistema tranviario a regime, avremo un abbattimento delle emissioni di CO2 pari a 32.700 tonnellate all’anno, a tutto vantaggio della qualità dell’aria e quindi dell’ambiente”.

Quest’anno grazie ai fondi europei React pianteremo 1.500 nuovi alberi e altre migliaia con fondi propri dell’Amministrazione – aggiunge l’assessore all’Ambiente Andrea Giorgio –. Siamo impegnati a far crescere e a curare il patrimonio arboreo della città ma soprattutto a renderla sempre più sostenibile, per esempio con i progetti di tramvie che consentono di abbattere migliaia di tonnellate di emissioni inquinanti”. (mf-edl)

 







Torna in alto