Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Striscioni al Viola Park e per le vie di Firenze: verso la mobilitazione del 1° aprile

 

Striscioni su ponti, incroci, strade di Firenze, in concomitanza di cantieri attivi e luoghi ad alta visibilità. Anche a pochi passi dal Viola Park di Bagno a Ripoli, dove la rotonda adornata con l’installazione di Pablo Atchugarry è stata scelta per l'”affissione” di due manifesti, posizionati uno di fianco all’altro:

NEI CANTIERI PIU’ SICUREZZA E LEGALITA’

Chi è transitato dalla rotatoria dalle 10:30 e fino alle 11:15 avrà notato una serie di attivisti a lavoro per sistemare i due striscioni, legati da palo a palo, con vista su uno dei cantieri più attenzionati e contestati di Firenze.

Qui, a Bagno a Ripoli, come a Firenze dove striscioni analoghi sono apparsi sul sottopassaggio della Fortezza in via Spartaco Lavagnini, a Ponte Vecchio e Piazza Signoria, in Viale Etruria.

+ APPALTI PUBBLICI + SALARIO + LEGALITA’

PIU’ SANITA’ E SCUOLA PUBBLICA, PIU’ OPPORTUNITA’ E GIUSTIZIA SOCIALE PER I GIOVANI

E’ l’iniziativa messa in campo stamani da Fillea Cgil e Feneal Uil territoriali in vista della manifestazione, indetta dalle due sigle nazionali, sabato 1° aprile a Roma (ore 9:30, quartiere Cinecittà, piazza San Giovanni Bosco).

Una mobilitazione, anticipata dall’azione odierna, per denunciare gli impatti negativi sul settore delle costruzioni del decreto 11/2023 sul Superbonus, che prevede il blocco della cessione dei crediti per i bonus edili a discapito dei redditi più bassi, e contro le nuove norme del codice degli appalti che riducono gli obblighi di applicazione dei Contratti nazionali edili e introducono la liberalizzazione dei subappalti a cascata con conseguenze pesanti su occupazione, sicurezza dei lavoratori, qualità del lavoro e sostenibilità.

 

“Con questa iniziativa territoriale abbiamo voluto rivendicare una volta di più, le istanze che porteremo nelle Piazze d’Italia con la mobilitazione a livello nazionale di sabato 1° Aprile – dicono FenealUil e Fillea Cgil Firenze -. Il nostro messaggio vuole essere chiaro e diretto verso gli ultimi provvedimenti di questo governo sull’approvazione del nuovo codice degli appalti e sulla modifica del decreto 11/2023 sui bonus edili, che rischia di distruggere 100 mila posti di lavoro nel comparto delle costruzioni. Abbiamo urgentemente bisogno di politiche industriali stabili e durature, per difendere l’occupazione esistente e crearne di nuova. Abbiamo urgentemente bisogno di politiche industriali per riqualificare il costruito già esistente e raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica, sicurezza antisismica e sostenibilità ambientale decisi dall’Onu e dall’Europa”.

Da Firenze sabato mattina partiranno due pullman per Roma, uno da Via Corcos e uno da Borgo dei Greci.






 

Torna in alto