Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

La “Superluna”…più bella dell’anno? E’ stasera! Ce ne parla il blog “Astronuts”






Un momento di distrazione, di bellezza oggettiva, di fuga da una realtà minacciata. E’ quello che propone il programma di stasera, 7 Aprile e la nottata in vista, già 8 Aprile: non in tv bensì fuori, in cielo, visibile dallo “schermo” della vostra finestra o direttamente dal balcone.

E’ la Superluna, la più bella e vicina dell’anno: a raccontarci il fenomeno astronomico è Federico Miceli, giovane grassinese laureato in fisica e astrofisica e fondatore, assieme a tre compagni di viaggio, del blog “Astronuts“.

Dalle pagine del sito, dunque su Facebook ed Instagram, Federico ha informato i lettori dell’evento al quale potremo assistere tra poche ore:

“Una “superluna” è la coincidenza di una Luna piena con la minore distanza tra la Terra e il suo satellite. Il termine superluna non è un termine astronomico, infatti la definizione scientifica del massimo avvicinamento della Luna alla Terra è perigeo lunare. Questo evento si verifica in quanto l’orbita lunare intorno alla Terra è di tipo ellittico (quindi con punti di massimo avvicinamento, perigeo lunare, e massimo allontanamento, apogeo lunare, corrispondente a una microluna) con la distanza Luna-Terra che rimane sempre compresa tra circa 356mila e 406mila kilometri variando di giorno in giorno.






L’effetto principale di questo fenomeno è un aumento delle dimensioni apparenti della Luna osservata dalla Terra e secondo la NASA una superluna può essere fino al 14% più grande e al 30% più luminosa di come appare solitamente.

La prima superluna del 2020 si è verificata la notte tra l’8 e il 9 Febbraio anche se alcuni esperti ritengono che non sia stata una vera e propria superluna in quanto il plenilunio si è verificato con la Luna ad una distanza di circa 368mila kilometri dalla Terra, che per alcuni non è una distanza sufficiente per essere ritenuta una superluna.

La superluna di Febbraio è stata però solo l’antipasto di quel che accadrà nei prossimi mesi, infatti sono previste altre due superlune: una il 9 Marzo e l’altra l’8 Aprile.

Se viene chiesto ad un astrofilo di poter osservare una superluna al telescopio storcerà il naso in quanto l’osservazione della Luna da molta più soddisfazione quando è in fase, ovvero quando viene colpita di taglio dalla luce del Sole, perché si possono vedere ombre di montagne e crateri, cosa non possibile quando è piena, in quanto, come una fotografia scattata con il flash, apparirà piatta.

La cosa migliore da fare sarà dunque osservare con i propri occhi la bellezza del nostro satellite o prendere in mano un macchina fotografica e scegliere posto e inquadratura adatta per scattare una foto spettacolare.

Credit: timeanddate.com






Torna in alto