Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

Il dramma di Alvaro Andreucci, ritrovato morto dopo 14 giorni di ricerche






Alvaro Andreucci, l’uomo di 82 anni che era scomparso ormai 14 anni fa nell’area di Rovezzano, è stato ritrovato poche ora fa. Il suo corpo, privo di vita, era celato dalla vegetazione a soltanto un chilometro e mezzo di distanza dalla sua abitazione, lungo la linea ferroviaria.

Un’area che era stata battuta nel corso delle ricerche, considerata la vicinanza dalla residenza di Alvaro e gli ultimi avvistamenti.
Il fiorentino era affetto da Alzheimer e a niente, purtroppo, sono serviti gli appelli social del figlio Gianni ed i servizi televisivi dedicati alla vicenda.

Alvaro era stato un musicista della Filarmonica “Giacchino Rossini”.
Il 31 luglio scorso era uscito di casa non facendovi più ritorno mentre due giorni dopo i familiari si erano rivolti ai Carabinieri per la denuncia. Nella giornata di ieri, dopo 13 giorni di ricerca e pressioni da parte del figlio Gianni affinchè fosse avviata una sensibilizzazione nei confronti della malattia dell’Alzheimer, si è riunito un tavolo tecnico in Prefettura con la partecipazione di Protezione Civile, Istituzioni, Forze dell’Ordine, rappresentanti dell’Associazione Penelope Scomparsi Uniti. Troppo tardi, però.

La Procura è intenzionata ad archiviare il dramma come “morte naturale” ma il figlio Gianni, al contrario, chiede che venga disposta l’autopsia.












Torna in alto