Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Temi del momento

VIDEO / Amatori, Serie A1: una vittoria nel recupero dal sapore gourmet…da oggi è “la zona Dukwa”!

L’Antella, malgrado l’imprecisione sotto porta del primo tempo e la rosa contata, sfrutta l’uomo in più e, all’ultimo respiro, trova la giocata decisiva per rilanciarsi in classifica. Adesso la graduatoria recita 16 punti.
Yes you Can (on)






Soffrire le pene dell’inferno, scomodare l’altissimo reiterate volte, imprecare contro il “paziente zero” chiunque esso sia e maledire la complessa scarsità del calcio amatoriale.

Dunque continuare, imperterriti, ad inveire contro un freddo cane che non ti sai spiegare essendo il giorno 20 gradi e la sera 2, ingannevole e pungente. Cercando riparo nell’alcol.

Dunque inventarsi un nuovo gioco da supporter, ovvero il coro-gourmet: degustazione di 10-11 canti mai conclusi, soltanto lanciati e rimasti in sospeso, sfumati nella nebbia antellese (si, all’Antella c’è la nebbia!). Così, tanto per rivendicare un’originalità mai in discussione. 

Infine, quando anche questo lunedì appariva concludersi in un ordinario 0-0 poco utile alla causa ecco, al terzo minuto di recupero, l’acuto del Miccoli dell’Osteria Nuova. Sempre lui, soltanto lui.

Rinominata già dal vocabolario calcistico “Zona Dukwa”, la decisiva fuga per la vittoria è avvenuta all’80° inoltrato: lancio di Miki>Peruzzi, la difesa combina la più classica delle papere mentre il frullino di casa si insinua tra le gambe avversarie, manda fuori tempo il portiere e deposita a porta vuota sancendo l‘8 in pagella e la vittoria antellese. 






La salvezza, dunque, è cosa possibile. 
La corsa verso la curva, battendo gli avvenenti crampi e la fatica di una mezza maratona, anche!

Via la maglia ed abbraccio ai suoi tifosi in un deja vu che ricorda lo scatto da centometrista nel derby del 2018. Quella volta era il gol del pari, questo – meno significativo ma dall’importanza vitale per la classifica – vale il trionfo. 

E la decisione corale della curva amatoriale: basta il gourmet, stop ai piccoli assaggi. E’ tempo di un piatto sostanzioso e ignorante, da gustare a bocca spalancata e cantare per intero imbrattati di sugo al cignale:

“E resteremo in A….”

P.S.: è doveroso dedicare qualche battuta per alcuni calciatori meritevoli. In una partita ben giocata dai ragazzi di mister Merciai, al di là del “DCFNews man of the match” Marco D’Aquino, si sono contraddistinti: Andrea D’Aquino, nel ruolo di regista ha contribuito a far girare la squadra, conferendo ordine e tranquillità alla mediana. Esperimento riuscito…perchè non confermarlo?

Giacomo Relli, in campo per 90 minuti dopo mesi e mesi di semi-inattività, la sua gara è stata impeccabile in fase difensiva. Casa-base-Jack, rullista e tamburista della curva, fondamentale anche nel rettangolo verde.

Jacopo Pistolesi, lo abbiamo visto intraprendente sulla fascia come non lo vedevamo da tempo con iniziative nell’1 vs 1 che mancano a questa squadra. Avanti così!

Ricca Biondi: citiamo il capitano per una scivolata da “o la va o la spacca” che per fortuna è andata…salvando il risultato! Gourmet…quella si.






Torna in alto