Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Elezioni comunali

La casa più pazza di Halloween apre le porte a Bagno a Ripoli: divertimento e solidarietà in via Vernalese!

Il senso di un tale impegno, alla fine, sta tutto nel sorriso di un padre che pensa al divertimento dei propri figli. Come quello disegnato sul volto di un uomo che, nel mentre della nostra visita, passa in auto e si ferma, estrae il cellulare ed inizia a scattare: “Fantastico, ci porto subito la mia bambina, sicuramente impazzirà!”.

Siamo in Via Vernalese, in località Rimaggio, nella casa più pazza e “horror” di Bagno a Ripoli. Come in America, come fossimo immersi in un film, non si può che restare ammaliati da una geniale creatività sfoggiata per Halloween, all’esterno dell’abitato e, ancor più sorprendente, all’interno del portone n.22: dalle classiche streghe e zucche appese alle finestre della facciata ad un ragno gigantesco arrampicato sul balcone. E ancora teschi, fantasmi, ragnatele, personaggi scheletrici e chi più ne ha più ne metta.
Gli artefici della scenografia per un Halloween Party da non perdere sono gli amici Alessandro e Cezar, nostre vecchie conoscenze, di cui vi parlammo già negli anni precedenti sottolineandone un estro rivolto a far divertire grandi e piccoli con trovate eccezionali.

Anche quest’anno, il duo non si è risparmiato…anzi, ha allestito interno e giardino dell’abitazione in Via Vernalese come mai prima, superandosi in genialità. Tutto curato nei minimi dettagli, dalle strutture che sostengono i personaggi che animeranno la giornata del 31 ottobre alle citazioni vip e simpaticamente macabre degli stessi protagonisti.

“Quest’anno – ci raccontano Alessandro e Cezar – abbiamo invitato al party anche dei nostri amici…trasformati per l’occasione in scheletri”.
Aggirandosi per il giardino capiterà di imbattersi in una sposa cadavere in sella ad una Vespa Special, in un matrimonio che sta per essere rovinato da una wedding planner assassina e, addirittura, in un fantastico cimitero dai risvolti lugubri.
Riusciranno gli adulti a restare immuni al terrore? No, ce n’è anche per loro: ebbene si, con lo scheletro-commercialista che riscuote le imposte, anche qui…di lui c’è da avere paura per davvero!
Cosa manca? Un funerale Vip con personaggi degni del tappeto…nero: Lady Gaga, Elton John (rigorosamente al pianoforte), Renato Zero e molti altri. Una risata vi seppellirà! 

Alessandro e Cezar, da un mese a questa parte, lavorano ininterrottamente all’allestimento del set che sarà pronto per l’Halloween Party” di giovedì 31 Ottobre: dalle ore 15:00 fino alle 22:00 le porte del divertimento saranno aperte a chiunque vorrà entrare, gratuitamente. Portate i vostri figli, non ne resteranno delusi!

In Via Vernalese, come ci rivela Cezar, giungeranno alcune classi elementari addirittura da Scandicci mentre, senza dover fare troppa strada, non mancheranno i piccoli studenti di Bagno a Ripoli. Chi entrerà nella casa degli “orrori” potrà fare un tour al piano terra, dove troverà anche la musica del DJ Alessio, spostarsi in giardino e, infine, al piano superiore dove troverà l’animazione di Elena, un’insegnante di inglese al Liceo di Prato. La novità più importante di questo Halloween 2019, tuttavia, ha i connotati preziosi della solidarietà: l’ingresso ad HalloweenTown – citando Tim Burton – è gratuito ma vi è la possibilità gradita di lasciare un’offerta libera nel “Meyer Corner” allestito all’interno dell’abitazione di via Vernalese. Il 100% del ricavato sarà devoluto all’ospedale pediatrico di Firenze, in un gesto semplice che unisce l’utile al dilettevole.

Cezar e Alessandro ringraziano inoltre le amiche Silvia e Lèia ed il vicinato, divertito e partecipo e vi invitano a partecipare numerosi e curiosi ad un Halloween speciale.

Il “Meyer Corner” dove si potrà fare la propria donazione per una nobile causa

Tre degli amici di Alessandro e Cezar, riuniti in banchetto!

Torna in alto