Notizie in Tempo Reale dal Territorio

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Temi del momento

Zia Caterina, aggiornamento dall’ospedale: “Malattia autoimmune ingenerata come risposta al COVID”



Dopo il ricovero all’OSMA di Ponte a Niccheri per una complicazione clinica severa a livello polmonare a causa di una reazione autoimmune generata come risposta al COVID, Zia Caterina ha fatto una piccola deviazione con il suo taxi all’ Ospedale di Careggi nel reparto di subintensiva per stare più monitorata e protetta viste le difese immunitarie basse per le cure effettuate nei giorni scorsi. Di poche ore fa l’ultimo aggiornamento sulle sue condizioni di salute.  “Inizia per Caterina una nuova terapia ed una nuova lunghissima sfida che lei affronta con determinazione, sorriso e convinzione perché è stata diagnosticata una malattia autoimmune ingenerata come risposta al COVID. La fede la sostiene e sa che ogni male si trasformerà in un bene. L’ amore che sta sentendo intorno a lei genera forza. Questa vicenda ci pone delle riflessioni su come non dimenticare di continuare a fare ricerca sul COVID, analizzando le possibili complicanze e le sue pericolose varianti. Appena sarà dimessa Caterina ha il desiderio di creare una task force di operatori sanitari (medici, infermieri, OSS…) che possa sostenere e favorire l’ umanizzazione delle cure ed il rapporto con i pazienti visti come esseri umani e non come numero o patologia.

A questo fine chiede a tutti i soggetti coinvolti, a vario titolo, nel mondo della sanità di mandare una mail a questo indirizzo per iniziare già da ora a raccogliere la loro adesione (ringraziando i tanti che l’ hanno già fatto) con un semplice nome, cognome, ruolo, numero di telefono e località di lavoro: milano25onlus@gmail.com Infine un ringraziamento speciale al Governatore Eugenio Giani che affettuosamente e generosamente ha portato i saluti e gli auguri di tutta la Toscana a Caterina e al personale sanitario che l’ assiste.” Ricordiamo che Caterina Bellandi, Zia Caterina, durante i gironi di ricovero all’OSMA aveva pubblicato un appello rivolto alla sanità pubblica, relativamente alla necessità di migliorare e modernizzare le strutture ospedaliere:

“La sanità pubblica è davvero un patrimonio.Ancora di più la dedizione e la professionalità degli operatori sanitari. Voglio dire sentitamente grazie a tutti loro ed in particolare al Responsabile Dott. Andrea Bribani, ai Dottori Di Mare e Fabbroni veri personali angeli e all’ intero staff che si sta occupando di me con affetto. Però tutto l’ impegno del personale non basta, in particolare l’ Ospedale di Santa Maria Annunziata, a Ponte a Niccheri, dove sono attualmente ha bisogno di un ammodernamento profondo perché le lacune di decoro e strutturali sono evidenti (solo per esempio: camere a quattro letti con bagno nel corridoio in comune, mancata separazione uomini-donne…). Il mio desiderio è che la mia degenza qui possa portare attenzione a questo luogo di cura e punto di riferimento per un intero territorio per chi vi verrà in futuro.







Grazie Karin E Design per questo splendido tocco d’ arte.Potrebbe essere un'illustrazione raffigurante testo   

Torna in alto